Emilia-Romagna : incontro società calcio a 5 con responsabili CRA

image3La stagione sportiva del calcio a 5 dell’Emilia-Romagna è stata inaugurata dal tradizionale incontro tra la componente arbitrale e le Società partecipanti ai campionati regionali. L’evento si è svolto nella cornice suggestiva della bellissima Villa Pallavicini.  Presenti all’incontro, oltre ai rappresentanti delle Società, il Delegato Regionale Alessandro D’Errico e, per la parte arbitrale, il responsabile CRA Tito Stampacchia e il Collaboratore CRA Riccardo Arnò.  A rappresentare istituzionalmente il CRA è intervenuto anche il Vice Presidente Michele Gallo. Stampacchia e Arnò si sono avvicendati nel presentare alla platea le novità regolamentari introdotte dalla Circolare n. 1: avvalendosi della proiezioni di slide ne hanno evidenziato gli aspetti più importanti e le linee guida, illustrando altresì le disposizioni impartite agli arbitri nel corso del recente raduno precampionato. Con la preparazione e la dedizione che li contraddistingue, i due responsabili arbitrali del Calcio a 5 hanno quindi risposto a domande e chiarito dubbi ai presenti, facendo sì che l’incontro rappresentasse una proficua occasione di approfondimento tecnico dei temi regolamentari. In conclusione, l’auspicio reciproco che lo spirito di collaborazione e il confronto costruttivo sia sempre alla base dei rapporti tra tutte le componenti del Futsal emiliano-romagnolo.

Calcio a 5: gruppo, passione ed umiltà

piemonteCRA Piemonte V.A.       Con il consueto raduno pre-campionato si è aperta la stagione degli arbitri e degli osservatori effettivi nell’organico regionale del C5. Svoltosi a Borgaro Torinese nei giorni 13 e 14 Settembre, il raduno diretto dal Delegato Calcio a 5 Gioacchino Annaloro e dal collaboratore CRA Mario Frasca è stato momento di proficua riflessione per tutti i partecipanti.  Articolato su una due giorni ricca di impegni e dai ritmi molto serrati, sono stati toccati tutti gli aspetti dell’essere arbitro di C5 in uno scenario sempre più ambizioso e impegnativo come quello del Futsal piemontese e valdostano. Con il prezioso supporto del componente del Settore Tecnico Salvatore Lombardo e con l’intervento del Vice Commissario C.A.N. 5 Antonio Mazza si è discusso e ci si è confrontati sugli aggiornamenti regolamentari e la loro interpretazione, verificando, altresì, i risultati raggiunti nel periodo preparatorio attraverso i test atletici e la somministrazione dei quesiti tecnici. Aspetto fisico e conoscenza del regolamento quindi, ma anche gestualità e gestione tecnica della gara, il tutto in un contesto in cui, ancora una volta, è emersa chiaramente la volontà degli associati di essere, prima di ogni altro aspetto, un gruppo di arbitri legati dalla passione per questa ancor giovane disciplina, che affrontano le sfide, caratterizzate dalla sempre maggiore tecnica, con determinazione e umiltà. In virtù di ciò risulta facile affermare che nessuno meglio di un team arbitrale di C5 può comprendere e apprezzare i concetti espressi nel suo intervento dal Presidente del C.R.A Piemonte e V.A. Giammario CUTTICA, sintetizzati nella frase di saluto: “Da soli (a volte) si va più veloci, insieme (di certo) si va più lontano”.