Il Futsal secondo Montesardi

roma 1Sezione di Roma1
“La conoscenza del regolamento è una cosa essenziale per un arbitro di futsal”. Lo ha affermato il componente della CAN 5, Angelo Montesardi (sezione di Brindisi), in occasione della Riunione Tecnica che si è tenuta lunedì 18 aprile nella sezione di Roma 1.
Un serata speciale, che si è aperta con la presentazione, da parte del presidente Roberto Bonardo, di alcuni associati del futsal che hanno conseguito importanti risultati nell’ultimo periodo. A partire da Alessandra Carradori, che ha partecipato a Porec (Croazia) ai World Schools Championship dirigendo anche la finale femminile tra Brasile e Francia, per proseguire con l’esordio in Serie C1 del “talent” Andrea Pulimeno e per finire con i sei nuovi osservatori Giancarlo Carloni, Pietro Chiarello, Maurizio Della Portella, Fabrizio Fratini, Domenico Martino e Patrizio Piacentini. Tra gli ospiti della serata anche l’arbitro internazionale Daniele Di Resta.
Angelo Montesardi ha trattato vari argomenti specifici della disciplina, con particolare riguardo al numero dei calciatori in campo, alla presenza del portiere, alle sostituzioni volanti con il portiere di movimento ed al rientro sul terreno di giuoco di un giocatore, prima dello scadere dei due minuti di penalità, in una squadra che ha subito un’espulsione. Il tutto coinvolgendo nel dibattito i tanti giovani colleghi assiepati in platea, che non si sono sottratti a questo utile incontro per la loro crescita tecnica.
A conclusione della serata l’intervento di Francesco Massini, che ha portato il saluto del Presidente del CRA Luca Palanca e del responsabile della CAN 5, Massimo Cumbo che ha sottolineato come Montesardi, in questi cinque anni condivisi nella sua commissione, abbia contribuito in maniera evidente ai successi ed all’accrescimento tecnico dell’intera classe arbitrale italiana di futsal.

Cumbo: “Lavorare per migliorarsi”

cataniaSezione di Catania
La Sezione di Catania, la scorsa riunione, ha avuto il piacere e l’onore di ospitare il responsabile della CAN 5 Massimo Cumbo, incontro fortemente voluto dal Presidente Cirino Longo che ha condiviso con il dirigente laziale molti dei suoi anni trascorsi alla CAN 5 prima da arbitro e poi da osservatore.
Per l’occasione la sala riunioni “Pietro Giallanza”, oltre ai numerosi associati catanesi interessati alla lezione di Cumbo, ha ospitato molti esponenti del Futsal isolano, tra cui Antonino Ignazzitto, responsabile della disciplina per il CRA Sicilia, il suo collaboratore Vito Di Paola, il Presidente della Sezione di Enna Giuseppe Di Gregorio, Top Class della CAN 5 e molti associati siciliani della categoria in rappresentanza di quasi tutte le Sezioni: Acireale, Marsala, Messina, Palermo, Ragusa, Siracusa, nonché il Presidente della Sezione di Palermo, Fabio Cigna. Il saluto di Ignazzitto ha preceduto la visione del filmato predisposto dalla Sezione sulla figura dell’ospite che ha ripercorso la sua illustre carriera arbitrale in Italia e all’estero, nonché quella dirigenziale.
Cumbo ha preso poi la parola lodando il lavoro svolto dalla Sezione nell’ambito del Calcio a 5 e sottolineando la lungimiranza dei dirigenti etnei che già nel 2005 hanno organizzato una riunione tecnica via Skype con l’allora arbitro internazionale Massimo Cumbo.
Il dirigente si è soffermato su alcuni punti fondamentali per gli arbitri di tutte le discipline: conoscere i propri limiti e, rivedendosi attraverso i filmati, lavorare per migliorarsi; l’arbitro di oggi, infatti, seppur non professionista, deve essere professionale, avere come punti cardine l’allenamento e il regolamento, deve essere disponibile e all’altezza del compito. Dopo la visione di un video di presentazione della CAN 5, si è passati alla seconda parte della riunione attraverso una presentazione preparata per l’occasione per analizzare altri aspetti dell’arbitraggio moderno. Il direttore di gara deve saper prendere le decisioni sotto stress, assumersi delle responsabilità e comunicare in modo chiaro; i momenti di difficoltà che si verificano durante la gara vanno gestiti e gli eventuali errori vanno riconosciuti e superati.
L’ultima parte dell’incontro è stata incentrata sull’importanza dello studio e sugli obiettivi che ogni associato deve porsi, occorre saper aspettare e cogliere il momento giusto senza cercare delle scorciatoie che non aiutano ma acquisire la mentalità giusta e i comportamenti positivi.
La riunione si è conclusa con il consueto omaggio da parte della Sezione che ha donato una targa in pietra lavica prima della cena in un locale della scogliera.

Il Corso di aggiornamento per Osservatori di Futsal

campaniaCRA Campania
A Nola, sabato 23 aprile scorso, si è svolto il Corso di aggiornamento degli osservatori arbitrali del Calcio a 5, riservato alle regioni Campania, Puglia, Basilicata e Molise. Una giornata ricca di spunti tecnici per capire come si valuta una prestazione dell’arbitro durante una gara. La Commissione di esame era formata da Rosario D’Anna, componente del Comitato nazionale, Presidente, da Francesca Muccardo per il Settore Tecnico, e dal Vice Presidente del CRA Campania Oreste Alfano. Erano presenti il Presidente regionale Virginio Quartuccio, il Presidente della Sezione di Nola Severino Vitale, che ha fatto gli onori di casa, e il Delegato del Calcio a 5 della regione Molise Alfonso Pagano.
Si inizia di buon mattino presso l’Hotel dei Platani, dove gli ex arbitri di Calcio a 5, ben trentadue, hanno sostenuto i quiz tecnici. Dopo, gli osservatori arbitrali hanno visionato una gara di Calcio a 5 di Serie C2 attraverso un DVD. Il filmato della gara è stato ricco di episodi e contenuti tecnici. Gli esaminandi hanno redatto la relazione sulla prestazione arbitrale.
Nel pomeriggio, Francesca Muccardo ha spiegato come va impostata una relazione, quali sono i punti fondamentale da toccare. Poi ha fatto rivedere i quiz tecnici con le risposte esatte. Il Presidente regionale Quartuccio ed i due componenti CRA Mario Rossi e Giovanni Belcuore hanno rimarcato l’importanza del Futsal, disciplina che è in continua crescita. «Sono colleghi che vogliono dare la propria esperienza ai nostri arbitri – dice Quartuccio – ed in questa giornata hanno dimostrato impegno e volontà». La giornata è terminata con i colloqui individuali, nei quali è emersa la buona preparazione degli osservatori.
Il componente del Comitato nazionale dell’AIA Rosario D’Anna è rimasto entusiasta della preparazione degli osservatori. «Abbiamo gente di qualità, – dice D’Anna – questi aggiornamenti fanno crescere i nostri associati che quindi hanno la possibilità di trasmettere il loro “sapere arbitrale” ai nostri giovani. La formazione per noi è fondamentale e dobbiamo sempre migliorarci».

Alla scoperta del Futsal ….. e non solo

teramoSezione di Teramo
Una serata all’insegna del Futsal quella di venerdì 22 aprile, infatti relatore della riunione è stato il componente del Settore Tecnico, nonché Mentor, Mauro D’Antonio. Altro ospite gradito, è stato anche il componente CRA e responsabile del Calcio a 5, Guido Alfonsi. Presenti anche i Talent abruzzesi del Calcio a 5. I saluti agli ospiti e agli associati presenti del Presidente Simone Di Francesco, impegnato nella gara Crotone-Como, sono stati portati dai Vice Federico Di Francesco e Giuseppe Di Domenico.
Come avvenuto quest’anno anche in altre Sezioni, la riunione si è aperta con l’intervento di Alfonsi, che ha illustrato alla platea un po’ in maniera generale cos’è il mondo del Futsal, l’attuale realtà e l’esponenziale crescita che questo movimento ha avuto e sta avendo nel corso di questi ultimi anni, ma anche come il Comitato Regionale sta ottenendo risultati positivi in merito a questa attività. Non sono mancati anche aneddoti delle sue partite che sono avvenute con il collega teramano Carlo Di Marco (ex arbitro internazionale).
Dopo Guido, la parola è passata a Mauro D’Antonio, il quale ha mostrato alla platea alcuni filmati proposti dal Settore Tecnico, affrontando argomenti cardine quali la collaborazione tra arbitri, la prevenzione, la cura del dettaglio e molti altri ancora, coinvolgendo i tantissimi arbitri presenti ed in particolar modo coloro che operano nel Calcio a 11 incuriositi da un mondo in continua evoluzione.
Terminata la parte prettamente tecnica invece, dopo i dovuti ringraziamenti ai due relatori, si è poi passati ad un momento molto particolare della serata. Infatti altre gradite presenze nella riunione sono state i ragazzi dell’equipaggio della Croce Gialla, presenti sul terreno di gioco di Castelnuovo Vomano, in occasione dell’increscioso episodio accaduto al giovane collega Michele Raiola, vittima di un’aggressione. La Sezione quindi li ha voluti giustamente ringraziare ed omaggiare pubblicamente con delle maglie da gara personalizzate, perché si sono resi partecipi tutti in prima persona nel voler tutelare subito il ragazzo dopo il vile gesto, volendo dimostrare quindi che il loro lavoro sui campi va anche oltre il soccorrere fisicamente una persona, esprimendo solo dei gesti di solidarietà e vicinanza. E anche il nostro arbitro di punta Gianpaolo Calvarese è voluto essere sin da subito vicino a Michele, sia moralmente, nei giorni appena seguenti l’accaduto, sia materialmente donando una sua maglia con cui domenicalmente calca i campi della massima serie.

Gli arbitri di Futsal pronti per il rush finale

pugliaCRA Puglia
Procede nel migliore dei modi la marcia di avvicinamento alle gare di play-off e play-out del Calcio a Cinque: lo scorso 16 aprile, infatti, i venti arbitri regionali più in forma, accompagnati dai tre ragazzi inseriti nel progetto “Talent e Mentor”, hanno partecipato ad una giornata di raduno focalizzata sull’aspetto tecnico e motivazionale.
La mattinata è trascorsa in aula con l’effettuazione dei test tecnici ed una sessione di video-analisi curata dai componenti del Settore Tecnico Giovanni D’Oria e Giacomo De Varti. Diversi i filmati analizzati, in modo particolare su gestione disciplinare e comportamentale di mass confrontation ed individuazione di condotte gravemente sleali.
Nel pomeriggio, i componenti regionali di settore, Giuseppe Piazzolla e Damiano Calaprice, hanno relazionato sull’andamento tecnico della stagione, evidenziando le maggiori criticità emerse. Durante il suo intervento, Piazzolla ha posto particolare enfasi sui cali di concentrazione che possono portare ad errori banali e facilmente evitabili. Non a caso, la maggior parte degli spezzoni di gare, dirette dagli arbitri presenti, che sono stati proiettati concernevano proprio questa precipua area di miglioramento. Lungi dal presentarsi come un monologo, durante il commento e l’analisi dei filmati Piazzolla e Calaprice hanno coinvolto i direttori di gara che, partecipando attivamente, hanno dato vita ad un edificante dibattito. Il discorso è poi passato sulle modalità di svolgimento delle gare di play-off e play-out il cui regolamento, per ogni categoria, è stato compiutamente sviscerato ed analizzato.
L’incontro si è chiuso con una riunione plenaria insieme ai colleghi del Calcio in cui il Presidente del Comitato Regionale Arbitri, Gianni Di Savino, ha motivato i presenti a dare il massimo in queste ultime settimane di stagione.

Il raduno play-off e play-out del Futsal

abruzzoCRA Abruzzo
A distanza di una settimana dall’incontro che ha visto impegnati i giovani colleghi di Prima categoria, anche gli arbitri abruzzesi del Futsal hanno preso parte al loro ultimo raduno regionale in vista dei playoff e dei playout.
Come sempre, è Miglianico la sede dove i quarantacinque colleghi di C1 e C2 si sono dati appuntamento. Al mattino, ritrovo sul campo della vicina Ripa Teatina per lo svolgimento dei test atletici sotto l’occhio attento della Commissione. Finite le prove atletiche trasferimento in aula, dove il Presidente Giancola ha aperto il raduno ringraziando tutti i ragazzi presenti per l’impegno profuso in una stagione davvero intensa ed impegnativa che si concluderà con gli spareggi di promozione e retrocessione. Nota di merito per i fischietti neo immessi provenienti dalle Sezioni, dove oltre ad essersi inseriti in C2 con prestazioni di tutto rispetto, si sono contraddistinti anche per gli ottimi risultati ottenuti durante le prove atletiche.
Dopo pranzo, i lavori sono ripresi con l’analisi tecnica, grazie all’ausilio dei filmati delle gare regionali trattati dal componente responsabile del modulo Calcio a 5 Guido Alfonsi, e la visione dei filmati preparati e consegnati ai rispettivi CRA dal Settore Tecnico, per chiarire eventuali ultimi dubbi in vista delle gare di spareggio. Come sempre l’analisi di tali filmati è stata di competenza del collega Mauro D’Antonio, responsabile del progetto Talent e Mentor. Nella parte conclusiva della giornata interessante l’intervento del collega arbitro CAN 5 Massimiliano Palombi.
Nell’intensa giornata sono stati messi a fuoco principalmente i concetti del team arbitrale, delle competenze e dell’importanza della assunzione di responsabilità che tutti i colleghi arbitri devono saper avere e dimostrare in vista di un finale di stagione che si prevede molto duro.
I lavori si sono chiusi con i saluti di rito, con un arrivederci a quei colleghi che si ritroveranno qui la prossima stagione, con un grande in bocca al lupo per coloro che transiteranno al nazionale ed un ringraziamento per quanto fatto e dato ai colleghi che a fine stagione lasceranno l’organico regionale per lasciare spazio ad altri giovani in rampa di lancio nelle rispettive Sezioni.