AglaFutsalAwards, è ancora Alessandro Malfer il miglior arbitro del mondo

12296Alessandro Malfer, della sezione di Rovereto, ha bissato il successo del 2014 nel concorso internazionale indetto da Futsal Planet.
Lo scorso febbraio ha diretto la finale tra Spagna e Russia degli Europei di Belgrado. Anche per il 2015 Alessandro Malfer è stato votato come il miglior arbitro del mondo: per il fischietto rotaliano si tratta della seconda affermazione consecutiva negli AglaFutsalAwards. Nella classifica finale ha precedeuto l’unghere Gabor Kovacs e l’inglese Mark Birkett.
Nel 2014 ha diretto le sfide tra Belgio e Romania (gara di apertura degli Europei di Anversa) e la finale per il terzo posto tra Portogallo e Spagna, oltre a venire designato per la direzione della finale di Uefa Futsal Cup tra Dinamo Mosca e Barcelona.
A febbraio di quest’anno è stato primo arbitro nella finale degli Europei di Belgrado vinta per 7-3 dalla Spagna sulla Russia.

Angelo Galante nuovo presidente dei dorici

anconaSezione di Ancona
“È giunta mezzanotte, si spengono i rumori” ma a rimanere accese sono le luci della Sezione di Ancona, quando finalmente viene annunciato il nuovo presidente Angelo Galante.
L’assemblea ordinaria ed elettiva, presieduta da Carlo Ridolfi, è stata aperta in seconda convocazione alle ore 20:00 come da programma, alla presenza del componente CRA Gianluca Racchi, nostro associato, e del presidente regionale Gustavo Malascorta.
Il presidente sezionale uscente, Davide Sabbatini, conclude il suo mandato con l’esposizione della relazione tecnico associativa approvata all’unanimità e con i ringraziamenti al Consiglio Direttivo e a tutta la Sezione, ricambiati da un lunghissimo applauso, che certamente non basta a ripagarlo di tutto l’impegno e gli sforzi profusi.
A seguire, dopo aver ascoltato le relazioni del Presidente e del collegio dei revisori, è stato approvato all’unanimità il bilancio consuntivo e sono stati eletti i nuovi revisori sezionali Patrizio Perozzi e Marco Rossetti.
Terminata la fase ordinaria, si è così passati all’assemblea elettiva. L’unico candidato, Angelo Galante, ha preso la parola esponendo i suoi obiettivi e sottolineando l’importanza dei poli di Ancona, Osimo e Senigallia come strutture di aggregazione e non di disgregazione. Al centro del suo progetto, il concetto di meritocrazia e un lavoro da affrontare sia sui giovani che sui dirigenti, per cercare di crescere insieme come persone, prima ancora che come arbitri.
Assieme a lui è stato eletto come delegato sezionale il presidente uscente Davide Sabbatini. Insieme parteciperanno alla prossima assemblea nazionale per l’elezione del presidente AIA.
Ad Angelo i nostri migliori auguri per questa nuova sfida che saprà accogliere con la stessa passione di chi lo ha preceduto e con la gioia e la grinta che lo caratterizza in campo così come nella vita. Ad maiora Ancona!

Il nuovo Presidente è Franco Falvo

footer2_12325Sezione di Catanzaro
Franco Falvo, con trascorsi da Presidente del Comitato Regionale Arbitri della Calabria, da componente della Commissione nazionale del Calcio a 5 e da componente del Settore Tecnico, è il nuovo Presidente della Sezione di Catanzaro, che succede ad Alessandro Guerriero.
Alla presenza del Presidente del CRA Stefano Archinà, i lavori dell’assemblea, ordinaria ed elettiva, si sono svolti lo scorso 19 maggio. I votanti per la prima sono stati 109 e 95 per la seconda, a fronte di 159 aventi diritto. L’Ufficio di Presidenza è stato così composto: Beniamino Capicotto (Presidente), Ubaldo Grani (Vicepresidente), Francesco Leone (Segretario), Fabrizio Colosimo (scrutatore), Alessio Codispoti (scrutatore).
L’approvazione è stata unanime per le due relazioni, quella tecnico e amministrativa del Presidente uscente e quella del Collegio dei revisori dei conti. Approvato infine anche il bilancio consuntivo sezionale dell’esercizio finanziario del 2015. I revisori eletti, che resteranno in carica per il prossimo quadriennio, sono Danilo Leonardo e Bruno Gallella.
Per l’assemblea elettiva l’unico candidato alla guida della Sezione, Franco Falvo, ha riscosso 94 voti su 95. Una la scheda nulla. Eletto infine il Delegato sezionale, nella persona di Ercole Vescio.
«Ho colto con soddisfazione e gratitudine la mia candidatura a Presidente di Sezione», ha dichiarato Franco Falvo. «Al presidente uscente e la sua squadra il mio ringraziamento per il lavoro svolto, ma d’ora in avanti tutti insieme ci accingeremo a costruire l’arbitro del “futuro”. Il lavoro non potrà prescindere da un sinergico e proficuo senso di squadra, che dovrà portare a breve e medio termine la Sezione di Catanzaro a “palcoscenici” di levatura nazionale ed internazionale. Per fare ciò abbiamo bisogno di una Sezione moderna e all’avanguardia, con supporti multimediali e un polo atletico di eccellenza, nonché di un lavoro sinergico con il referente medico che passi attraverso la cura del corpo e della mente; in tal senso provvederemo ad attuare la cosiddetta “carta d’identità medica” dell’arbitro e il supporto di un mental coach propedeutico all’ottimizzazione del progetto».
«Lealtà, correttezza, solidarietà, partecipazione, empatia e trasparenza sono i valori – ha continuato Falvo – che guideranno l’operato di questa Presidenza; ci attendiamo dagli associati uguale profusione d’intenti: il rispetto di questi ultimi sarà la bussola che ci orienterà nel nostro percorso, però senza sconto o valutazioni al ribasso. Si è deciso di concerto con la presidenza uscente di intestare la Sezione al nostro amato Presidentissimo, arbitro benemerito Totò Gualtieri. Si riparte quindi dalla nostra storia con rinnovato entusiasmo e con la certezza che guardando al passato, pensando al presente, ma proiettandoci verso il futuro, potremmo di nuovo raggiungere la degna collocazione che questa Sezione merita».

Raduno Calcio a 5 Top Class

12326CRA Emilia Romagna
Sotto una pioggia battente ed un tempo autunnale si è tenuto, il raduno Top Class del Futsal Emiliano Romagnolo presso la sezione di Modena.
Ad accoglierli, oltre a responsabile CRA per il calcio a 5 Tito Stampacchia ed il suo collaboratore Filippo Ragalà, era presente il vice presidente Michele Gallo. Dopo le consuete visite mediche a cura del dott. Mosca, si sono svolte le prove atletiche (ariet, 4×10 e 30mt.) agli ordini del referente Jonni Sangiorgi.
I lavori sono proseguiti in aula, alla presenza di Stefano Guicciardi in rappresentanza del Settore Tecnico, dove sono stati somministrati i quiz regolamentari per saggiare, per l’ennesima volta nel corso della stagione, il grado di preparazione regolamentare dei presenti.
Al termine della correzione, Tito Stampacchia, dopo aver portato i saluti del Presidente Sergio Zuccolini, ha voluto rimarcare alcuni aspetti e principi fondamentali che un arbitro deve avere e quali sono le caratteristiche necessarie per ben figurare all’OTN.
L’arbitro deve essere Autorevole e mai autoritario per dare credibilità al suo operato; Rigorso in quanto tutore del regolamento che presuppone non solo la conoscenza dello stesso ma anche il suo approfondimento costante; Bravo non solo sul rettangolo di gioco ma anche all’interno della nostra associazione attraverso la partecipazione alla vita sezionale e ai poli di allenamento; Impermeabile a tutto quello che può succedere interno a lui per consentirgli di essere sempre concentrato, sereno ed autonomo nelle sue decisioni;Tempestivo nelle sue decisioni sia tecniche che disciplinari in modo da avvalorare le stesse ed accrescere la sua ascendenza nei confronti di tutto il contesto;Rapido nei suoi movimenti che la specificità della disciplina richiede ed impone e che presuppone allenamenti mirati e costanti per consentire una performance atletica di livello; Orgoglioso di essere arbitro portatore di regole, di rappresentare non solo se stesso ma un intero movimento, di essere parte integrante di un gruppo e che grazie ad esso si potranno raggiungere gli obiettivi del singolo.
A conclusione della giornata, come di consueto, non è mancato l’in bocca al lupo finale in un clima disteso e goliardico.

Approfondimento e didattica per gli arbitri futsal

umbriaCRA Umbria
E’ arrivato anche per gli arbitri di calcio a 5 l’appuntamento con l’ultimo stage regionale in vista delle gare di play-off/out che chiuderanno l’annata sportiva. Nel primo pomeriggio di giovedì 5 maggio i convocati dal Presidente del CRA Umbria Luca Fiorucci hanno sostenuto le prove atletiche per poi passare al lavoro in aula, dove la commissione ha accolto il membro del Settore Tecnico Roberto Fichera. Quest’ultimo si è rivolto ai presenti mettendoli in guardia di non fare l’errore di ‘’essere plastici, cioè artificiosi, costruendo le proprie movenze. Siate voi stessi e non cercate di imitare qualcuno.’’ Inoltre scendendo negli aspetti tecnici, ha esortato i fischietti a mantenere sempre alta la concentrazione: ‘’un arbitro futsal è sollecitato molto di più di uno di calcio a 11. Gli eventi si susseguono molto rapidamente e non possiamo farci cogliere impreparati.’’ Parole in parte riprese dal Presidente regionale che, ribadendo di non snaturare mai la propria personalità, ha parlato di responsabilità: ‘’dovete sentire il peso della responsabilità di ciò che fate. Siete qui perché selezionati e scelti tra tutti gli arbitri in organico.’’ Gradita poi la visita di Francesco Peroni, arbitro nei quadri della Commissione Arbitri Nazionale per il calcio a 5 e fresco reduce dai mondiali futsal under 17, che con il supporto di video tratti dalla finale di Supercoppa Italia Pescara-Asti da lui diretta, ha fornito nuovi elementi didattici per innalzare il livello tecnico e andare incontro alle esigenze dei presenti in termini di regolamento e applicazione dello stesso. Il Presidente Fiorucci, a margine della giornata, si raccomandava di esprimere il massimo potenziale per questo sprint finale, da affrontare con grande determinazione ed impegno, dimostrando la voglia di raggiungere gli obiettivi preposti.

L’internazionale di Calcio a 5 Nicola Manzione in visita

12185Sezione di Napoli
La visita di un arbitro internazionale di Calcio a 5 è un evento importante, più unico che raro. Non capita tutti i giorni di trovarsi a discutere piacevolmente di regole e casistica con chi “a quel livello” c’è per davvero. Nicola Manzione, arbitro internazionale di Calcio a 5 della Sezione di Salerno, è stato accolto nella Sezione di Napoli da una folta platea: tutto l’organico di Futsal sezionale e regionale, tutti i colleghi campani a livello nazionale, tutti gli Organi Tecnici (a partire da Marcello Toscano che è intervenuto per sottolineare quanto questi incontri siano “formativi ed efficaci”) regionali e sezionali.
Il padrone di casa, il Presidente Paolo Gregoroni, ha subito passato la parola al collega Manzione, che ha detto che in poche occasioni ha potuto vivere un momento associativo del genere. Nicola si è soffermato sulla caratteristica fondamentale dell’arbitro: migliorarsi e puntare sempre al massimo. «Per diversi anni – ha affermato – sono stato in regione ed in Serie B e la mia crescita è stata graduale e piena di soddisfazioni. Crederci, essere costanti ed umili. Aggiornarsi sempre sulle regole e la loro applicazione». Manzione è arbitro UEFA Top Class, al vertice essendo uno degli arbitri internazionali italiani del Calcio a 5.
Dopo essersi presentato in maniera cordiale e gioviale, Manzione è passato all’analisi tecnica di una finale giovanile Russia-Brasile. In questa gara sono stati analizzati minuziosamente tutta una serie di episodi e tutto quello che “non bisogna fare” quando ci si trova davanti a situazioni complesse. I preziosi consigli del collega sono stati conditi da tante domande ed osservazioni, anche da parte degli altri arbitri nazionali presenti, mantenendo sempre uno stile colloquiale ed al tempo stesso aperto a tutti. È stato elevato di molto il livello tecnico della riunione grazie anche agli interventi degli Organi Tecnici, tra i quali è spiccato quello di Marcello Toscano che ha invitato i giovani presenti a «credere nel Calcio a 5 e nella grande occasione che questo sport può dare a tutti gli associati».
A conclusione della serata, dopo circa due ore intense e piacevoli di riunione tecnica, c’è stato un momento conviviale condiviso da tutti i presenti.