AglaFutsalAwards, è ancora Alessandro Malfer il miglior arbitro del mondo

12296Alessandro Malfer, della sezione di Rovereto, ha bissato il successo del 2014 nel concorso internazionale indetto da Futsal Planet.
Lo scorso febbraio ha diretto la finale tra Spagna e Russia degli Europei di Belgrado. Anche per il 2015 Alessandro Malfer è stato votato come il miglior arbitro del mondo: per il fischietto rotaliano si tratta della seconda affermazione consecutiva negli AglaFutsalAwards. Nella classifica finale ha precedeuto l’unghere Gabor Kovacs e l’inglese Mark Birkett.
Nel 2014 ha diretto le sfide tra Belgio e Romania (gara di apertura degli Europei di Anversa) e la finale per il terzo posto tra Portogallo e Spagna, oltre a venire designato per la direzione della finale di Uefa Futsal Cup tra Dinamo Mosca e Barcelona.
A febbraio di quest’anno è stato primo arbitro nella finale degli Europei di Belgrado vinta per 7-3 dalla Spagna sulla Russia.

Angelo Galante nuovo presidente dei dorici

anconaSezione di Ancona
“È giunta mezzanotte, si spengono i rumori” ma a rimanere accese sono le luci della Sezione di Ancona, quando finalmente viene annunciato il nuovo presidente Angelo Galante.
L’assemblea ordinaria ed elettiva, presieduta da Carlo Ridolfi, è stata aperta in seconda convocazione alle ore 20:00 come da programma, alla presenza del componente CRA Gianluca Racchi, nostro associato, e del presidente regionale Gustavo Malascorta.
Il presidente sezionale uscente, Davide Sabbatini, conclude il suo mandato con l’esposizione della relazione tecnico associativa approvata all’unanimità e con i ringraziamenti al Consiglio Direttivo e a tutta la Sezione, ricambiati da un lunghissimo applauso, che certamente non basta a ripagarlo di tutto l’impegno e gli sforzi profusi.
A seguire, dopo aver ascoltato le relazioni del Presidente e del collegio dei revisori, è stato approvato all’unanimità il bilancio consuntivo e sono stati eletti i nuovi revisori sezionali Patrizio Perozzi e Marco Rossetti.
Terminata la fase ordinaria, si è così passati all’assemblea elettiva. L’unico candidato, Angelo Galante, ha preso la parola esponendo i suoi obiettivi e sottolineando l’importanza dei poli di Ancona, Osimo e Senigallia come strutture di aggregazione e non di disgregazione. Al centro del suo progetto, il concetto di meritocrazia e un lavoro da affrontare sia sui giovani che sui dirigenti, per cercare di crescere insieme come persone, prima ancora che come arbitri.
Assieme a lui è stato eletto come delegato sezionale il presidente uscente Davide Sabbatini. Insieme parteciperanno alla prossima assemblea nazionale per l’elezione del presidente AIA.
Ad Angelo i nostri migliori auguri per questa nuova sfida che saprà accogliere con la stessa passione di chi lo ha preceduto e con la gioia e la grinta che lo caratterizza in campo così come nella vita. Ad maiora Ancona!

Claudio Zuanetti nuovo presidente

12362Sezione di Treviso
Mercoledi 25 maggio si sono svolte, all’interno dei locali di via J. Bernardi, l’assemblea ordinaria e quella elettiva della Sezione AIA Di Treviso con la presenza del Componente Comitato Regionale Arbitri Veneto e amico della sezione, Fabio Gottipavero.
Dopo le pratiche per la costituzione dell’ufficio di presidenza, il Presidente uscente Giacomo De Marchi ha esposto la relazione sulla gestione operata nel mandato, sottolineando l’attenzione riservata ai giovani arbitri, alla crescita della sezione anche dal punto di vista associativo, e alla sostenibilità economica.
La relazione, approvata, è stata poi seguita dalla votazione per il Comitato dei Revisori Sezionali.
Candidati i tre componenti uscenti, eletti Francesco Foglia e Stefano Lecca.
L’assemblea elettiva è diventata dunque la protagonista della serata, con i candidati Claudio Zuanetti arbitro benemerito e vicecommissario uscente della CAN5 e Danilo Pinarello arbitro benemerito e già componente del Consiglio Direttivo Sezionale in passato, a presentare il proprio programma.
Dopo il confronto tra gli associati, e le votazioni, Claudio è diventato dunque il nuovo presidente della sezione “di Marca”, nel solco della continuità del Presidente e Consiglio sezionale uscente.
Tra i due candidati a delegato sezionale, ha prevalso il Presidente uscente Giacomo De Marchi sul collega, già CAI, Fabio Cappelletto.
Una serata molto partecipata, con una platea gremita e numerosi interventi di confronto che hanno dato ancora maggior lustro alla proclamazione del nuovo presidente trevigiano.
Arbitro dal 1986, Claudio ha raggiunto la massima categoria regionale del Calcio a 11 per poi diventare arbitro di Calcio a 5 a livello nazionale con 140 partite arbitrate, dirigendo 2 finali scudetto, 2 finali di Coppa Italia e 2 supercoppa italiana, con il coronamento della Coppa delle Coppe nel 2001.
La carriera dirigenziale non è seconda a quella “sul campo”, con inquadramento nel Settore Tecnico, nomina a componente CRA Veneto, ed infine Vice Commissario di Commissione Nazionale dalla stagione sportiva 2010/11.
L’esperienza e il dinamismo di Claudio, unitamente all’energia e l’impegno della sezione trevigiana saranno la base per ripartire alla ricerca di nuovi traguardi.

Giuseppe Di Gregorio riconfermato Presidente

12385Sezione di Enna
Nella giornata di venerdì 20 maggio si è tenuta in un’unica sessione l’Assemblea Ordinaria e l’Assemblea Elettiva della Sezione di Enna. I lavori sono cominciati in seconda convocazione con la regolare costituzione dell’Ufficio di Assemblea, che ha visto nominato Presidente Giovambattista Vetri, vice Luigi Barbarino, Segretario Luigi Ticino e scrutatori Mauro Gangi e Elvira Rizzo. 
Subito dopo il Presidente uscente Giuseppe Di Gregorio ha relazionato i presenti sull’attività tecnica e associativa svolta nell’ultimo biennio sia da lui sia da Filippo Tilaro. Di Gregorio ha voluto porre l’accento su alcune questioni chiave, quali l’incremento dell’attività di formazione tecnica con incontri periodici con i ragazzi dell’Organo Tecnico Sezionale, il maggiore investimento nella formazione degli osservatori, il lavoro continuo sulla crescita dei giovani inquadrati all’Organo Tecnico Regionale compiuto anche con l’ausilio degli arbitri nazionali, nel Calcio come nel Calcio a 5. Inoltre, sono state messe in risalto gli eventi che hanno contraddistinto il biennio: la recente convocazione di Valentina Scalzo allo stage per arbitri donna a Coverciano, l’inserimento di Giovanni Martorana nel progetto Talent&Mentor (il cui Mentor è stato il nostro Giovanni Vetri), le Riunioni Tecniche che hanno visto illustri ospiti come relatori. E infine, dopo un sentito ringraziamento ai componenti del Consiglio Direttivo Sezionale per il lavoro svolto in sinergia, il Presidente uscente ha ricordato che Enna è stata luogo di organizzazione di diversi raduni regionali e ha ricordato l’ormai inossidabile appuntamento col Torneo dell’Amicizia di Calcio a 5, giunto alla 7ª Edizione, sempre più apprezzato dalle altre Sezioni partecipanti.
Approvata all’unanimità la relazione tecnica, è stata data lettura della relazione del bilancio consuntivo dell’esercizio finanziario 2015 (anch’essa approvata all’unanimità) e, inoltre, il componente uscente Pierluigi Fazzi ha letto la relazione del Collegio dei Revisori Sezionali sul medesimo bilancio. 
Subito dopo sì è passati all’elezione dei due componenti del CRS per il quadriennio 2016/2020: il maggior numero di voti sono andati a Giovanni Martorana (28) e Michele Madonia (17).
Esaurita la parte dell’Assemblea Ordinaria, si è dato inizio all’Assemblea Elettiva, che vedeva come candidato unico alla Presidenza proprio Giuseppe Di Gregorio. Il candidato, nella sua relazione programmatica per il prossimo quadriennio, ha inteso ribadire come si voglia continuare sulla strada appena intrapresa nei suoi primi mesi alla guida della Sezione, con una sempre maggiore specializzazione nell’allenamento, una sempre maggiore cura della formazione tecnica di arbitri e osservatori, una grande attenzione ai ragazzi del Futsal, tutto questo per permettere a quanti più associati possibile di calcare i campi prima regionali e poi nazionali.
A vigilare sul corretto svolgimento del voto era presente il componente CRA Ugo Pirrone. Al termine del voto e dello scrutinio, è quindi risultato eletto e confermato alla guida della Sezione Giuseppe Di Gregorio, che ha ricevuto 27 voti sui 30 presenti aventi diritto, ovvero il 90 % delle preferenze. 
Il riconfermato Presidente, ringraziando i presenti (tra cui i moltissimi giovani che compongono la Sezione e, che essendo minorenni o neoimmessi non avevano diritto al voto) per la fiducia concessa, ha ribadito come il lavoro che lo aspetta è molto lungo e dispendioso, e solo con l’unità di intenti dimostrata in questa occasione si potrà aspirare ad avere ulteriori risultati tecnici e associativi di rilievo.

Marcello Mezzasalma è il nuovo Presidente

12394Sez di Bassano del Grappa
La sezione AIA “Numa Pompilio Selvaggi” di Bassano del Grappa ha un nuovo presidente. Nei giorni scorsi l’assemblea sezionale, riunita nella sala Guido Agnolin dello stadio Mercante, ha affidato a Marcello Mezzasalma la carica di nuovo presidente. Marcello succede a Stefano Suelotto che ha ricoperto quel ruolo nei quattro anni precedenti e ha svolto, insieme al suo direttivo, un lavoro puntuale ed efficace per stimolare, coordinare e valorizzare l’attività della gloriosa sezione bassanese. 
Marcello Mezzasalma, vicesindaco di Fontaniva, ricopre il ruolo di osservatore arbitrale alla Can 5, alla fine di un percorso che l’ha visto per ben dieci anni rappresentare la Sezione in qualità di arbitro nei campionati nazionali del calcio a 5. L’assemblea elettiva si è aperta con la relazione del presidente uscente,che ha ringraziato i presenti e ha svolto una corposa relazione per illustrare le attività della Sezione nell’ultimo quadriennio, sia dal punto di vista tecnico che da quello gestionale e amministrativo. Suelotto si è soffermato sul calo degli iscritti, passati dai 189 del 2014 ai 176 di oggi, dovuto in parte a dimissioni e in parte alla depurazione degli elenchi dai nomi dei soci inattivi. Ha poi sottolineato la quantità di designazioni, ben 4.220, gestite nel biennio 2014-2016. 
Per quanto riguarda le iniziative didattiche, il Presidente uscente ha ricordato l’introduzione dei filmati nel corso degli incontri tecnici, i due raduni pre-campionato di Jesolo e quelli a metà campionato e in occasione dei play-off. Dopo la relazione sul bilancio economico, il Presidente uscente ha ricordato i soci scomparsi e ha ringraziato calorosamente il Direttivo per averlo aiutato e sostenuto durante il suo incarico. 
Le votazioni hanno visto eletti a grande maggioranza il nuovo Presidente, due revisori dei conti (Roberto Zanchetta e Stefano Alessandro Baggio) e un delegato sezionale (Diego Vezzaro) che affiancherà il Presidente alle prossime elezioni per la presidenza nazionale. Alla fine, ha preso la parola Marcello Mezzasalma ringraziando Suelotto e il Direttivo per aver favorito la sua candidatura. Un grazie anche ai presenti per l’ampio consenso attribuitogli; gradimento interpretato come buon auspicio per la prossima conduzione della sezione in senso concorde e collaborativo. 
La relazione che il neo-presidente ha poi illustrato agli associati, ha preso in considerazione tutti gli aspetti dell’attività sociale proponendo un programma fondato sul rinnovamento nella continuità. “Un rinnovamento – ha detto Mezzasalma, da perseguire con un gioco di squadra in cui tutti possano esprimere le loro capacità e mettere a frutto idee ed entusiasmo”. Il Presidente ha poi insistito sulla necessità di privilegiare la preparazione tecnica e la forma fisica, sempre più indispensabili all’arbitro moderno per interpretare correttamente il suo ruolo. Con tale obiettivo la Sezione non dovrebbe rinunciare alla consuetudine dei raduni, prima e durante i campionati, e di favorire anche allenamenti specifici sotto la guida dei colleghi più esperti. 
Grande importanza è stata attribuita anche alla comunicazione, vista come partecipazione alla vita della comunità. In tal senso, il proposito di curare le relazioni con le sezioni AIA, le altre associazioni sportive e gli enti locali, gli organi di stampa, è stato manifestato con nettezza e convinzione. Espressa la volontà di semplificare le pratiche amministrative, il nuovo Presidente ha concluso l’assemblea, non senza manifestare l’orgoglio di appartenere, e ora di guidare, una sezione che “non è come tutte le altre”.

 

Il nuovo Presidente è Franco Falvo

footer2_12325Sezione di Catanzaro
Franco Falvo, con trascorsi da Presidente del Comitato Regionale Arbitri della Calabria, da componente della Commissione nazionale del Calcio a 5 e da componente del Settore Tecnico, è il nuovo Presidente della Sezione di Catanzaro, che succede ad Alessandro Guerriero.
Alla presenza del Presidente del CRA Stefano Archinà, i lavori dell’assemblea, ordinaria ed elettiva, si sono svolti lo scorso 19 maggio. I votanti per la prima sono stati 109 e 95 per la seconda, a fronte di 159 aventi diritto. L’Ufficio di Presidenza è stato così composto: Beniamino Capicotto (Presidente), Ubaldo Grani (Vicepresidente), Francesco Leone (Segretario), Fabrizio Colosimo (scrutatore), Alessio Codispoti (scrutatore).
L’approvazione è stata unanime per le due relazioni, quella tecnico e amministrativa del Presidente uscente e quella del Collegio dei revisori dei conti. Approvato infine anche il bilancio consuntivo sezionale dell’esercizio finanziario del 2015. I revisori eletti, che resteranno in carica per il prossimo quadriennio, sono Danilo Leonardo e Bruno Gallella.
Per l’assemblea elettiva l’unico candidato alla guida della Sezione, Franco Falvo, ha riscosso 94 voti su 95. Una la scheda nulla. Eletto infine il Delegato sezionale, nella persona di Ercole Vescio.
«Ho colto con soddisfazione e gratitudine la mia candidatura a Presidente di Sezione», ha dichiarato Franco Falvo. «Al presidente uscente e la sua squadra il mio ringraziamento per il lavoro svolto, ma d’ora in avanti tutti insieme ci accingeremo a costruire l’arbitro del “futuro”. Il lavoro non potrà prescindere da un sinergico e proficuo senso di squadra, che dovrà portare a breve e medio termine la Sezione di Catanzaro a “palcoscenici” di levatura nazionale ed internazionale. Per fare ciò abbiamo bisogno di una Sezione moderna e all’avanguardia, con supporti multimediali e un polo atletico di eccellenza, nonché di un lavoro sinergico con il referente medico che passi attraverso la cura del corpo e della mente; in tal senso provvederemo ad attuare la cosiddetta “carta d’identità medica” dell’arbitro e il supporto di un mental coach propedeutico all’ottimizzazione del progetto».
«Lealtà, correttezza, solidarietà, partecipazione, empatia e trasparenza sono i valori – ha continuato Falvo – che guideranno l’operato di questa Presidenza; ci attendiamo dagli associati uguale profusione d’intenti: il rispetto di questi ultimi sarà la bussola che ci orienterà nel nostro percorso, però senza sconto o valutazioni al ribasso. Si è deciso di concerto con la presidenza uscente di intestare la Sezione al nostro amato Presidentissimo, arbitro benemerito Totò Gualtieri. Si riparte quindi dalla nostra storia con rinnovato entusiasmo e con la certezza che guardando al passato, pensando al presente, ma proiettandoci verso il futuro, potremmo di nuovo raggiungere la degna collocazione che questa Sezione merita».