All Posts By

AIA CAN 5

Lezione sull’approccio alla gara dell’internazionale di C5 Pezzuto

By | News | No Comments

Sezione di Termoli

Dario Pezzuto, arbitro della Sezione di Lecce e neo internazionale di calcio a 5 è stato ospite della sezione di Termoli lo scorso 3 dicembre 2018.
E’ stato in grado di tenere alta l’attenzione della platea termolese per più di un’ora.
Il comune denominatore della serata è stato l’ “approccio alla gara”.
In particolar modo si è adariopprofondito il modo di approcciare prima, durante e dopo una partita, proiettando dei precisi filmati i cui si analizzava l’aspetto mentale, fondamentale quando scendiamo in campo.
Marcando fortemente l’importanza della concentrazione in queste tre fasi, per iniziare al meglio una partita, per poter prendere in maniera ottimale le varie decisioni tecniche, e per poter imparare il più possibile dagli errori commessi.
Il fischietto leccese ha poi continuato dicendo che non bisogna mai accontentarsi di una prestazione positiva, perché anche da questa c’è da imparare, così come a maggior ragione da una prestazione negativa.
Per ogni voto, per ogni prestazione, non bisogna mai trovare alibi, sono le scuse di chi non ha voglia di crescere.
Ha concluso la riunione ricordando a tutti di quanto la vita arbitrale “possa dare soddisfazioni, ma nonostante tutto rimane semplicemente una passione, quindi prendiamola con il giusto equilibrio. Divertitevi seriamente!”.

Racano (CAN 5) e i grandi valori che contraddistinguono l’AIA

By | News | No Comments

Sezione di Chieti
La serata di venerdì 16 novembre verrà ricordata dagli associati della Sezione di Chieti per la suggestiva Riunione tecnica, dal profondo valore umano, tenuta dal Componente della CAN 5 Salvatore Racano, della Sezione di Matera.
Introdotto dal Presidensalvote Gianluca Rutolo, alla presenza anche dei Componenti del Comitato Regionale Abruzzo Guido Alfonsi e Massimiliano Zappacosta, oltre che del Mentor per il Calcio a 5 Mauro D’Antonio, Salvatore ha dato il via ad un incontro che ha tenuto la platea interessata per l’intera sua durata; una riunione in cui Salvatore è riuscito a trasmettere la sua grande passione per l’Associazione, che permette a tutti di saper gestire i momenti difficili della vita, dalle difficoltà familiari a quelle di salute. Un incontro che, grazie ai video e alla testimonianza appassionata dell’ospite, è riuscito ad infondere nei giovani e meno giovani la grande passione che un arbitro di futsal prova e può provare nell’espletamento del suo difficile compito, sia in ambito regionale che in ambito nazionale ed internazionale.
La platea numerosa, costituita da tanti giovani associati, è rimasta in ascolto di Racano mostrandosi particolarmente colpita dalle sue parole e dal racconto dei suoi aneddoti personali, di arbitro in campo e di arbitro fuori dal campo come osservatore ed Organo Tecnico Nazionale.
Conclusa la riunione, l’importante ospite ha voluto consegnare dei regali agli associati particolarmente distintisi, prima di ricevere dal Presidente Rutolo un omaggio a ringraziamento della bellissima serata; serata che è poi proseguita presso un ristorante della zona, in cui Salvatore si è piacevolmente intrattenuto con i ragazzi fino a tarda ora, per infondere quei valori che l’AIA da sempre trasmette, vale a dire passione, onestà e determinazione, nel rispetto proprio e degli altri.

Riunione tecnica dedicata al futsal con Francese della CAN 5

By | News | No Comments

Sezione di Cosenza
Riunione tecnica all’insegna del Futsal quella svolta venerdì 23 novembre presso i locali della Sezione “R.Misasi” di Cosenza. Ospite graditissimo, sorteggiato a inizio Stagione per la sezione brutia dall’AIA centrale, è stato Vincenzo Francese, Componente della CAN 5 e associato della Sezione di Battipaglia. Presente alla serata, tra gli altri, Ercole Vescio, Delegato del futsal per il Comitato Regionale Arbitri della Calabria.
L’ospite è stato accolto con calore dal Presidente Franco Scarcelli, che ha fatto gli onori di casa, introducendolo alla nutrita platea tracciando, in breve, la brillante carriera dell’ex arbitro CAN 5 oltre che da Dirigente (ex Delegato del C/5 per la Campania).
Scarcelli, prima di dare la parola all’ospite, ha ringraziato il Presidente Nazionale dell’AIA Marcello Nicchi per l’opportunità data alla Sezione di ospitare un grande dirigente, profondo conoscitore della disciplina ma soprattutto uno specialista affinato del “mondo futsal”. Lo stesso ha ribadito quanto la crescita degli arbitri di calcio a 5 sia da sempre una prerogativa della sezione cosentina.
Il Componente CAN 5, dopo aver preso la parola, ha ringraziato subito tutti i presenti per l’accoglienza ricevuta, elogiando il senso dvincenzoi ospitalità dimostratagli dalla Sezione, portando il saluto del Responsabile CAN 5 Angelo Montesardi.
Far conoscere la Commissione nazionale del calcio a 5 alla Sezione. Questo è stato l’obiettivo principale dell’ospite, che si è soffermato sugli arbitri internazionali italiani, asserendo che per le loro capacità vengono impiegati nelle più importanti manifestazioni mondiali. A tal proposito, ha proposto una serie di filmati con lo scopo di far comprendere il livello di spettacolarizzazione raggiunto dal Futsal e i palcoscenici prestigiosi nei quali gli stessi si trovano ad operare.
Francese ha proseguito la sua lezione facendo vedere alcuni video della passata Stagione riguardanti gli arbitri Top Class, rimarcando il grado di visibilità conquistata dalla Divisione Calcio a Cinque anche alla luce dei recenti accordi televisivi raggiunti con Sportitalia, che trasmette in diretta più partite settimanali.
A seguire, sempre attraverso dei video, ha messo in evidenza il lavoro svolto dalla Commissione Nazionale durante i giorni di raduno pre-campionato a Sportilia, sia con gli arbitri sia con gli osservatori.
L’ospite, continuando la sua lezione, ha comunicato che la CAN 5 può vantarsi di essere l’unica Commissione Nazionale dell’AIA ad avere un intero portale web dedicato interamente agli arbitri e osservatori di Futsal. Ha illustrato ai presenti tutta la piattaforma “Aiacancinque”, facendone capire l’importanza, considerato che attraverso questo portale esclusivo, si riesce a monitorare a 360 gradi tutta l’attività degli appartenenti all’Organo Tecnico Nazionale e si dà la possibilità agli arbitri di visionare video di partite analizzate e filmati specifici sul Regolamento.
Nell’ultima fase del suo intervento, Vincenzo si è imbattuto in una video analisi tecnico – disciplinare, coinvolgendo alcuni arbitri di C5 appartenenti all’Organo Tecnico Regionale, con i quali ha interagito attivamente.
In chiusura il gradito ospite è stato applaudito per la sua brillante riunione. La serata è proseguita presso un noto locale dell’interland cittadino, dove si è consumata un’ottima cena a base di prodotti tipici del territorio.

Chiara Perona un esempio per umiltà e passione

By | News | No Comments

Sezione di Trento

Una serata magica. Ecco come definire l’evento che venerdì 23 novembre la Sezione di Trento, in merito alla pregevole iniziativa dell’AIA di avvicinare le Sezioni e le periferie ai colleghi nazionali, ha avuto il piacere di vivere. L’occasione è stata quella di ospitare l’arbitro internazionfooter1_15713ale di Calcio a 5 Chiara Perona.
Dopo il saluto di benvenuto all’ospite da parte del Presidente sezionale Mariano Varesco con la visione di un video introduttivo e il saluto ai colleghi e alle istituzioni presenti in sala, Chiara ha vivacemente intrattenuto i presenti ripercorrendo le tappe della propria carriera arbitrale.
Entrata a far parte dell’Associazione Italiana Arbitri nel 2005, ha raccontato ai presenti il colpo di fulmine per il Futsal, avuto alla soglia dei 20 anni, quando era una giovane arbitra di calcio a 11 in scalata per le categorie regionali. Da spettatrice, una partita di Serie A2 di Futsal, Aosta-Vicenza, terminata in parità con 8 reti a 9, ha fatto scattare in lei la voglia di intraprendere questa nuova avventura, affascinata dal pubblico a meno di un metro dall’arbitro e dal coraggio di quel collega.
Nel 2016 è stata inserita nell’organico “Women’s Futsal Referees”, categoria internazionale che racchiude gli arbitri donna per il calcio a 5. Da lì in poi dirige gare di altissimo livello, nazionali e internazionali e Chiara termina il suo racconto con la recentissima esperienza vissuta ai Giochi Olimpici giovanili di Buenos Aires.
La riunione è piacevolmente proseguita con la visione di alcuni filmati di gare di futsal, i quali sono serviti ad avviare una discussione di alto profilo tecnico che ha tenuto vigile e attenta l’intera platea: collaborazione in campo tra colleghi, capacità di superare l’errore, fermezza nelle decisioni e concentrazione nel segno dell’ “aspettarsi l’inaspettato”, questi gli argomenti toccati.
Ma soprattutto Chiara, con immensa capacità comunicativa e straordinaria dote empatica è riuscita a coinvolgere una platea estasiata dalla passione e dalla voglia di arrivare di questa giovane donna. Sempre e costantemente con il sorriso “a 32 denti”, come lo ha definito Varesco.
“Siamo davvero felici di questo incontro, i nostri ragazzi hanno toccato con mano un mondo dell’arbitraggio alcune volte sottovalutato. Chiara con la sua voglia incontenibile e la sua umiltà, nonostante abbia già calcato palcoscenici di altissimo livello, rappresenta un esempio per tutti noi. Grazie di cuore Chiara”. Così, in coro il Presidente della Sezione Mariano Varesco e il Presidente del Comitato Provinciale Arbitri di Trento Giorgio Daprà, molto soddisfatti della serata, a conclusione della proficua riunione, cui è seguito un gradito momento conviviale.

Malfer e Zaroli al Raduno Top Class del Futsal CRA Lombardia

By | News | No Comments

 

Giornata altamente formativa quella di sabato 10 Novembre, che ha visto 17 arbitri in forza all’organico di Calcio a 5 del Comitato Regionale Arbitri Lombardia impegnati nel Raduno Top Class a Legnano, ospiti della locale Sezione. A condurre la giornata i Componenti responsabili del futsal lombardo, Alessandro Ferruccio Barbuto e Onofrio Murgida, coadiuvati nella mattinata di test dai Componenti Claudio Somaschini e Gregorio Dall’Aglio. Risultati soddisfacenti per l’Ariet Test e per le batterie dei 4×10 metri.
Ma la mattina ha rivelato una sorpresa: sul campo per una lezione tecnica si è presentato l’arbitro internazionale Alessandro Malfer (ospite la sera prima della Sezione di Brescia), introdotto dal presidente del CRA Lombardia Alessandro Pizzi e salutato dal Componente del Comitato Nazionale Alberto Zaroli, altro ospite di alto livello di un raduno che si conferma negli anni occasione di alta formazione per gli arbitri futsal lombardi. “Anche gli arbitri del futsal, uno sport veloce e spettacolare, oggi devono essere degli atleti – ha esordito Pizzi – Voi siete il meglio che la nostra regione oggi possa offrire: sta a voi adesso alzare ancora di più l’asticella”. “La Lombardia si conferma attenta ai suoi arbitri a 360 gradi – spiega Zaroli – Il mese scorso l’organico di Eccellenza ha beneficiato di una lezione sul campo con Massimo Busacca, designatore FIFA, oggi voi avete qui l’arbitro italiano futsal che è stato per due anni, nel 2014 e nel 2015, nominato miglior arbitro del mondo. Cogliete queste irripetibili occasioni”.btr
Alessandro Malfer ha intrattenuto sul campo, attivamente, gli arbitri, simulando insieme a loro anche situazioni di giuoco, in particolare focalizzandosi su calci d’angolo, contropiedi e blocchi. Fondamentale nell’intervento di Malfer è stato il concetto di arbitraggio duale, sul quale ha fatto leva: “Nel calcio a 5 si arbitra in due, ma si è una sola persona. Un arbitro sarà sempre in controllo sull’area focale, dove si trova il pallone, l’altro invece dovrà controllare tutto il resto del campo”. E ancora: “La nostra difficoltà è essere sempre entrambi coerenti e congrui: bisogna sempre confrontarsi, e lo si fa in un briefing che non lasci nulla intentato. Molto importante è poi quello che fate in questi raduni: l’attività atletica e tecnica vi porta a omologarvi e così potete arrivare a ragionare e valutare in campo tutti allo stesso modo”. Alessandro Malfer si è posto con i giovani arbitri lombardi alla pari, regalando a loro tutto il suo bagaglio di esperienza fatto di 16 anni di CAN 5 e 12 da internazionale, delle esperienze e delle emozioni vissute nelle prima gare e in quelle con palazzetti ricolmi di 13mila spettatori. Nel pomeriggio la giornata è proseguita nei locali della sezione di Legnano, dove gli arbitri prima sono stati impegnati in una sessione di quiz regolamentari, e poi, suddivisi in quattro gruppi, in un team work su delle gare regionali che avevano dovuto visionare in precedenza, individuando gli aspetti positivi e quelli negativi della prestazione dei colleghi. Un’attività che ha rafforzato le dinamiche di gruppo e la capacità di confronto costruttivo fra gli arbitri, ora pronti, come ha richiesto il Presidente Pizzi, ad alzare l’asticella sempre più.

Galante e Malfer designati per l’Elite Round Champions League

By | News | No Comments

Si è svolto al Palau Blaugrana di Barcellona l’elite round della ufcl.malfer galante spagna
Angelo Galante e Alessandro Malfer hanno diretto la gara inaugurale fra i russi della Ugra Yugorsk e i polacchi della Record bielsko biala. Sono stati poi impiegati nella gara Barcellona/Record Bielsko Biala. Oltre alle squadre citate sopra, ha partecipato anche la squadra vincitrice il campionato serbo, l’Ekonomac kragujev.
Ancora una volta designazioni prestigiose per gli arbitri internazionali della CAN 5, un impegno importante per Angelo e Alessandro che da lustro all’aia e alla FIGC e certifica, ancora una volta, la grande qualità degli arbitri italiani.