Riunioni, allenamenti e tanti ospiti per il Milan Futsal Day

By 19/03/2019News

Sezione di Milano
Weekend dal sapore del parquet per la Sezione di Milano. Due giorni dedicati al Futsal. Iniziati la sera del 22 con la riunione plenaria avente un illustre ospite come Angelo Montesardi, Responsabile della CAN 5. Durante la riunione Montesardi ha avuto modo di mostrare a tutti gli associati presenti come è strutturato all’interno dell’AIA il Futsal.
Oltre ad aver mostrato la struttura, Angelo si è focalizzato sull’importanza che sta acquisendo il Futsal e su quanto le società e gli sponsor ci stiano investendo, illustrando quindi le peculiarità della disciplina. Il punto fondamentale su cui si è improntato il discorso di Montesardi è stato quello di specificare attentamente che l’arbitro di calcio a 5 deve avere essenzialmente le stesse competenze di un arbitro di calcio a 11 basate su personalità, competenze tecniche, allenamento e collaborazione in squadra. Durante la serata sono stati discussi anche alcuni episodi di gara per poter esprimere al meglio quanto detto a voce. futsal day
La seconda giornata, giorno dello svolgimento del Milan Futsal Day, si è svolta nella sede di Cernusco sul Naviglio. A differenza della riunione nella Sezione di Milano della sera precedente, che era comunque aperta ad associati, la partecipazione degli arbitri e osservatori è stata invece ben distribuita tra le varie Sezioni lombarde.
La giornata aveva un programma molto ricco, con ospiti di eccezione. Dopo una piccola introduzione da parte del presidente della Sezione di Milano, Pietro Lattanzi e dell’organo tecnico e ideatore dell’evento, Alfonso Fabrizio, hanno aperto le danze con il loro saluto sia il componente del Comitato Nazionale dell’AIA Alberto Zaroli sia il presidente del Comitato Regionale Arbitri della Lombardia Alessandro Pizzi.
Successivamente, lo stesso Angelo Montesardi ha tenuto la prima lezione in mattinata sulle peculiarità che contraddistinguono un arbitro Futsal, ampliando quanto aveva detto nella riunione della sera precedente e valorizzando la figura di questo arbitro. Durante il suo intervento, è intervenuto anche Gianantonio Leonforte componente nazionale della Can 5, arricchendolo con la disposizione del settore tecnico.
A seguire, il secondo intervento della giornata è stato condotto da Domenico Guida, altro ospite di altissimo livello che ha voluto dedicare un po’ del suo tempo per spiegare agli arbitri regionali ad andare oltre l’area di azione e di focalizzare la propria attenzione nella zona di campo che in realtà richiede la priorità. Dopo questi due interessanti interventi c’è stato modo durante il pranzo di poter, come avviene spesso durante i raduni, di confrontarsi con colleghi di altre sezioni e organici tecnici e di discutere di situazioni di giuoco ed episodi di gara. È stato anche il momento dei saluti e dei ringraziamenti alla Can 5 e al Settore Tecnico per il tempo dedicato.
Per non far mancare niente, successivamente al pranzo c’è stata invece la sessione di allenamento tenuta dalla referente atletica del CRA Eleonora Cappello. È stato un momento molto utile perché finalizzato su esercizi fisici specifici per il futsal. Nella parte conclusiva della giornata l’organo tecnico Alessandro Barbuto è intervenuto su un argomento a volte molto ostico per gli arbitri: la gestione delle riprese di giuoco. Anche questo intervento, è stato estremamente formativo, soprattutto pensando ad una uniformità sui comportamenti e sulle disposizioni date durante la stagione agli arbitri.
L’ultimo intervento prima della chiusura è stato tenuto dall’assessore allo sport di Cernusco sul naviglio, la dottoressa Grazia Maria Vanni, esponendo un interessante confronto sulla tipologia di allenamento di uno sportivo, ad esempio di atletica, rispetto a quello di un arbitro. La giornata si è conclusa con i ringraziamenti del sindaco di Cernusco sul naviglio e i ringraziamenti a chi ha voluto dedicare questo tempo per gli arbitri e osservatori presenti. La Sezione di Milano si ritiene estremamente soddisfatta del risultato dell’evento, ringraziando ancora una volta i partecipanti.